Son – Son cubano

L’origine del Son si fa risalire a un primordiale motivo proveniente da Santiago di Cuba. Era più o meno la metà del XVI sec.: era il Son di Mà Teodora, primo frutto meticcio

punto di partenza della musica cubana, come lo definisce Alejo Carpentier. Ma il Son, per diventare quel che è, dovette nutrirsi per secoli d’influenze europee ed africane.

Il Son vero e proprio nasce alla fine del secolo scorso, lontano però dai salotti aristocratici degli europei cubanizzati; era la risposta della plebe al danzòn dell’aristocrazia, un ballo, insomma, di origine rurale. Al principio del XX sec. Il Son va espandendosi anche nella città dell’Havana per opera dei soldati dell’ esercito permanente del governo di

Josè Miguel Gomèz, che stabilì con un decreto la rotazione delle truppe all’interno dell’isola. La popolarità del Son provocò la nascità di un sacco di varianti, la più celebre delle quali è il SON MONTUNO, la cui struttura diverrà la base ritmica della salsa. Musicalmente parlando il Son è un canto di origine popolare che combina una parte lirica nella quale si espone un tema, con una parte più movimentata caratterizzata dalla forma domanda e risposta, tra un coro e un solista, di diretta discendenza africana.

  1. Nessun commento ancora...
  1. Nessun trackback ancora...